Storie Dei Mondi


cobra_by_pikishi-d4g0kdx

Bene Sorella, il Fuoco è acceso e i Tamburi ora battono per Noi.

L’aggregazione di Donne di Potere è il primo ponte perchè il Mistero trovi espressione e manifestazione.
Così,le mie esperienze ti saranno trasmesse,perchè la sincronicità dei nostri cuori e delle nostre viscere crei l’humus ideale per queste comprensioni per maturare e fiorire,per propagarsi e prosperare.

Donna fra le donne sono solo una che ha voglia di vedere oltre la nebbia,di squarciare il velo di maya,guidata da un cuore fiero.
Il potere è questo: è la fierezza e il coraggio.

Le parole indicano sempre e solo una direzione; assumono per i più, significati a sè, ma il potere vero è nella semplicità del vivere, è togliere la maschera delle parole alle esperienze.

…Quando non ti guida più il ragionamento, ma solo l’osservazione resta, allora permettiamo al Vero di esprimersi e, quando ciò accade, la manifestazione di sè nell’atto, diventa espressione del divino.
Non ha nome, non è nessuno, semplicemente esiste nella forma dell’accadere.

L’incontro con gli animali totem che ci guidano è stato un lampo a ciel sereno…mentre mi avvolgevo nella soffice dolcezza di una farfalla un cobra di luce è apparso davanti ai miei occhi, inaspettato, eretto, con la bocca spalancata e i denti bene in vista, gli occhi pieni di grinta e un sibilo chiaro, che non lasciava dubbi.
La sua forza era tale che come un flash della macchina fotografica mi è rimasto impressionato nella retina per il resto della giornata.

Mi ha seguita a casa…chiudo gli occhi e lo vedo.

Non è immagine statica, ha le sue movenze, le sue direzioni, comincia ad avere anche intenzioni sue che comincio a percepire..

Il lunedì pomeriggio con l’argilla sacra volevo fare un altro animale totem con mio figlio di 4 anni.
Lui voleva fare l’aquila, io sentivo il richiamo di una rana…manipola e manipola, quella rana che sembrava sempre dovesse uscire ha trovato espressione nel busto di un cobra  fiero e pieno, gli occhi taglienti, la lingua che suggerisce cautela e due denti pericolosi.

L’ho accolto con Calore,quello che arriva da in mezzo alle gambe, l’ho danzato, l’ho chiamato alla vita.

La trasmutazione è in atto: mi si sta spellando il viso;
…quando cammino per la strada osservo il mio corpo. Il respiro quieto e profondo accompagna due fianchi che ondeggiano mentre la vagina cavalca l’onda, ricordando precisamente l’avanzare del serpente.

L’esistenza mi ha concesso una situazione familiare con uno stile di vita simile ad un eremita..ho pochi contatti con le persone perchè pochi parlano la mia lingua..almeno fino a poco tempo fa..così,sommersa dalla biancheria da stirare ho ballato tutta la mattina e buona parte del pomeriggio, permettendo a quel serpente di strisciare fuori dalla tana, l’ho chiamato con dolcezza e l’ho lasciato esprimersi..ormai solo gonne e senza mutande ho vissuto il protrarsi di un piacere sessuale che altro non è che l’espressione del potere che alberga in noi…è solo che non lo conosciamo per ciò che è, lo etichettiamo col nome potere, e il piacere ci sembra non essere potere…bene, ascoltiamo il piacere senza pregiudizi..sono sicura che ha molto da dirci se, consapevoli di non sapere, ci mettiamo in ascolto con arrendevolezza e la volontà di ascoltare, senza la presunzione di conoscere già la direzione.

Life is amazing.

Solo se permettiamo al mistero di manifestarsi e di stupirci, di sbalordirci e spiazzarci, raggiungeremo altre dimensioni.
Lasciamoci guidare dai sensi, linguaggi, porte d’accesso all’esistenza nelle forme più sottili…e sarà di nuovo il cielo in terra.

-Marta-

Annunci

2 commenti su “Storie Dei Mondi

  1. Aurorarmonica ha detto:

    Grazie Marta! 🙂
    Con questo racconto ci porti in un’intimità e in una dimensione solitamente celata…
    li dove il cielo e la terra si incontrano e si accoppiano, dove infinite altre dimensioni si rivelano…
    Namaste.
    Alex

    • marta ha detto:

      Caro Alex, è merito di entrambi, il cielo e la terra…
      Merito della voglia di condividere ciò che di unico hanno da offrire,
      merito dell’umiltà che non conosce ma vuole sapere,
      merito del coraggio che abbraccia tutti e ci fa protagonisti, sempre.

      Uno speciale Grazie a Te, che hai reso possibile l’incontro di uno con molti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...